Anziani non autosufficienti, definizione e assistenza

" La definizione dei termini “anziani non autosufficienti” e il tipo di assistenza prevista dallo Stato italiano. Scopri i dettagli nell’approfondimento sul sito! "

Data: 28/12/17 | Vista: 1698

Anziani non autosufficienti, definizione e assistenza

Anziani non autosufficienti: tutti i dettagli sull’assistenza

Molte strutture di assistenza basano la loro carta dei servizi, ovvero il loro piano di assistenza, in base a una classificazione molto importante: quella di anziani autosufficienti, parzialmente autosufficienti e non autosufficienti. Cosa significano, però, nel dettaglio questi termini?

Continua a leggere per scoprirlo e se hai bisogno di assistenza per un anziano parzialmente autosufficiente, non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Le caratteristiche principali degli anziani non autosufficienti

La prima considerazione importante da fare è questa: la condizione di non autosufficienza non tiene conto dell’età: si può essere non autosufficienti e non essere anziani. È una definizione, infatti, che si concentra sulle caratteristiche fisiche e/o psicologiche delle persone, ovvero sulle condizioni di salute e su come queste incidono sulla capacità di compiere in autonomia le azioni volte al soddisfacimento dei bisogni primari.

Il Disegno di legge n.2827 emanato dalla XVI Legislatura e volto alla delineazione del Piano per la non autosufficienza definisce le persone caratterizzate da questa condizione come affette da disabilità fisica, psichica, sensoriale o relazionale accertata attraverso l’adozione di criteri uniformi, tenendo conto delle indicazioni contenute all’interno dell’International Classification of Functioning Disability and Health-ICF dell’OMS.

Sono 3 i criteri presi in considerazione per la valutazione della condizione di non autosufficienza:

  • l’incapacità di occuparsi autonomamente del governo della casa, dell’approvvigionamento e della preparazione dei pasti;

  • l’incapacità di provvedere in autonomia alla cura di sé, alla propria alimentazione e al governo della casa;

  • l’incapacità di provvedere autonomamente alle funzioni legate alla vita quotidiana, alle relazioni esterne in presenza di problemi di mobilità e instabilità clinica.

La valutazione della condizione di non autosufficienza è, quindi, di tipo multidimensionale: tiene conto dei diversi aspetti legati alla vivere quotidiano. In presenza di una condizione di non autosufficienza accertata è possibile accedere ai servizi di assistenza messi a disposizione localmente sul territorio (spesso gratuiti per le persone poco abbienti) o provvedere alla scelta di una struttura di assistenza privata o convenzionata.

Come scegliere la giusta struttura di assistenza per gli anziani non autosufficienti?

Il primo passo è verificare il tipo di servizi che la struttura mette a disposizione, il personale di cui è dotata e le strumentazioni di cui dispone. In presenza di anziani solo parzialmente non autosufficienti una casa di riposo tradizionale spesso è la soluzione più idonea. Quando, però, le esigenze dell’anziano vanno oltre ci si può rivolgere alle RSA che hanno un carattere più tipicamente medico-infermieristico o alle case di riposo in grado di fornire assistenza anche agli anziani non autosufficienti. In questo modo si ha la certezza di scegliere la struttura in grado di soddisfare nel miglior modo possibile le necessità di assistenza della persona anziana.

Hai bisogno di assistenza per un anziano parzialmente non autosufficiente? Non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"Anziani non autosufficienti, definizione e assistenza "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?