Diabete anziani, come riconoscerlo e cosa fare

" Parliamo del diabete negli anziani, una delle patologie più diffuse e più comuni della terza età, che a causa di errati stili di vita sta divenendo un problema fin troppo esteso. "

Data: 25/11/17 | Vista: 316

Diabete anziani, come riconoscerlo e cosa fare

Diabete anziani, conoscerlo per proteggersi

Il diabete negli anziani è una malattia molto comune: secondo i dati, infatti, dopo i 60 anni il diabete colpisce circa l'8% dei soggetti, mentre dopo i 70 la percentuale sale fino al 12-15%. Se in alcuni casi non è possibile prevenire il diabete, come ad esempio quando si parla di ereditarietà, in molti casi è plausibile non solo prevenirlo, ma anche conviverci in maniera tranquilla senza avere grosse conseguenze. Facciamo assieme il punto della situazione e conosciamo meglio il diabete senile, così da proteggerci al meglio. 

Intanto, se cerchi informazioni sulla nostra casa di riposo Villa Max, puoi navigare sul sito oppure puoi contattarci direttamente attraverso il form: ti risponderemo in tempi brevi!

Diabete anziani, le cause

Le cause del diabete negli anziani sono diverse, ma di certo l'ereditarietà è una delle principali. Infatti, è assai difficile che chi abbia parenti affetti da diabete non lo contragga, specie durante la terza età. Di certo fra le cause maggiori, che fanno ammalare di diabete anche chi non ha ereditarietà, ci sono gli errati stili di vita, da ritrovare soprattutto nella sedentarietà e nell'errata alimentazione. Fare poca o nulla attività fisica, così come avere una dieta poco equilibrata favorisce l'insorgere del diabete e, nei soggetti già predisposti, ne anticipa la manifestazione. 

Inoltre, il diabete nell'anziano può sopravvenire altresì per l'uso – necessario – di particolari farmaci, la presenza di altre malattie, il semplice avanzare dell'età e la modifica conseguente della produzione di insulina. 

Come riconoscere il diabete nell'anziano

Non è sempre semplice riconoscere il diabete nell'anziano, anzi si stima che 1 persona su 5 abbia questa patologia in maniera inconsapevole. I sintomi provocati dal diabete senile possono essere scambiati per disturbi associati all'età o ad altre malattie già note nel soggetto. Per tale motivo, è importante tenere sotto controllo i propri valori glicemici effettuando le analisi del sangue ogni sei mesi: in questo modo, si può intervenire tempestivamente nel caso in cui ci sia l'insorgenza del diabete. 

Una volta accertatisi della presenza del diabete nell'anziano, occorre consultare uno specialista che, in base all'anamnesi del paziente, riuscirà a fornire la migliore terapia per affrontare al meglio questa malattia. 

Cosa fare se un anziano ha il diabete

Se un anziano ha il diabete, questi deve necessariamente seguire una precisa terapia e avere una dieta specifica. Inoltre, è bene pensare anche all'attività fisica: i corsi di ginnastica dolce sono perfetti per gli anziani. Ovviamente, tutte queste azioni sono da organizzare  in accordo e sotto la supervisione del proprio medico e/o di personale qualificato. C'è da dire che un ruolo importante è anche quello dell'automonitoraggio glicemico, così da tenere sotto controllo i valori ed evitare situazioni di ipoglicemia o iperglicemia. Se il diabete senile è curato in maniera corretta e scrupolosa, l'anziano può vivere senza eccessive complicanze.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Non esitare: contattaci adesso! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"Diabete anziani, come riconoscerlo e cosa fare "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?