Perdita di peso negli anziani, ecco come comportarsi

" Cosa fare quando la perdita di peso negli anziani non è volontaria? Quando può verificarsi una situazione del genere? Come comportarsi? Ne parliamo nel nostro approfondimento! "

Data: 27/2/18 | Vista: 310

Perdita di peso negli anziani, ecco come comportarsi

Perdita di peso negli anziani: fare i conti con il dimagrimento non volontario

La perdita di peso involontaria degli anziani viene definita come un declino involontario della massa corporea che di solito si verifica in un periodo di tempo relativamente breve. Si tratta di una condizione abbastanza comune tra gli anziani, in particolare tra le persone con più di 70 anni. Gli anziani che sperimentano questa forte perdita di peso tendono a perdere anche buona parte della loro capacità di vivere in modo indipendente, subiscono una riduzione della qualità della vita e hanno un aumento del rischio di mortalità.

La perdita di peso involontaria degli anziani può avere cause diverse. Continua a leggere per scoprire i dettagli e se hai bisogno di assistenza per una persona anziana, non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Le cause della perdita di peso involontaria negli anziani

La perdita di peso non desiderata negli anziani può avere cause molto diverse tra loro e essere in relazione a una grande varietà di condizioni fisiche, psicologiche , emotive e sociali. Nel 25% dei casi non ha una causa unica identificabile. Rientrano tra le cause di questa condizione, in particolare:

  • cause organiche: cambiamenti fisiologici legati a malattie tumorali o di diverso tipo;

  • cause psicologiche: depressione, problemi di ansia, demenza e altri disturbi mentali;

  • cause socio-economiche e sociali: si perde peso in seguito a cattive abitudini alimentari, malnutrizione e difficoltà socio-economiche;

  • cause idiopatiche: rientrano in questa categoria i casi privi di una causa ben identificabile.

Spesso la perdita di peso è connessa a malattie psicologiche e fisiche. Non è raro, per esempio, che accada nelle persone che soffrono di Alzheimer: chi ne è affetto può sperimentare sentimenti di paranoia e sospetti che gli impediscono di mangiare in modo sereno. Non di meno i calcoli biliari: possono provocare una diminuzione dell’appetito e il senso di nausea che induce a evitare i cibi.

La perdita di peso può essere anche associata al normale calo dell’appetito tipico dell’età avanzata: problemi gastrici, difficoltà a masticare, ridotta capacità di sentire gli odori e i sapori. Anche se non sono condizioni patologiche anche queste possono influire nella perdita di peso non volontaria degli anziani.

Trattamento e prevenzione della perdita di peso degli anziani

Il primo passo per affrontare la perdita di peso involontaria di una persona anziana è identificarne la causa in modo da poter offrire un trattamento appropriato. Se alla base vi è una situazione di malnutrizione è fondamentale fornire un aiuto concreto e una buona alimentazione. In alcuni casi, però, la causa non può essere eliminata e il trattamento non può che limitarsi soltanto all’intervento nutrizionale.

I casi in cui i fattori che contribuiscono alla perdita di peso degli anziani possono essere affrontati direttamente includono:

  • basse condizioni socio-economiche;

  • accesso limitato a cibo nutriente;

  • problemi dentali o dolore nella masticazione;

  • problemi con la deglutizione;

  • vista o udito compromessi;

  • artrite;

  • angoscia legata alla perdita di una persona cara;

  • stile di vita sedentario.

In questi casi può essere utile coinvolgere un assistente sociale o un dietologo nel trattamento della perdita di peso dell’anziano a seconda delle esigenze specifiche. La cosa più importante, però, è evitare di ignorare il problema: parlarne con il medico curante è il primo passo per aiutare la persona anziana a migliorare la sua qualità della vita.

Hai bisogno di assistenza per un anziano? Non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"Perdita di peso negli anziani, ecco come comportarsi "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?